Lisbona: La Nonna è venuta a lavorare!!!

ENGLISHPORTUGUÊSFRANÇAISEESPAÑOL

Mi chiedete ancora perché amo Lisbona? L’altro giorno inciampo virtualmente in una notizia che mi fa sorridere e riempie di gioia: “La Nonna è venuta a lavorare” (A Avó veio trabalhar).

2@IrinaPopova

Un progetto di insegnamento, condivisione e empowerment, che attraverso lavori tradizionali e di design aumenta il convolgimento dei senior nella società. Il progetto nasce nel cuore pulsante dei quartieri São Paulo e Mercês, zone fragili a livello urbanistico e sociale. Quale luogo migliore per far partire l’iniziativa che mira al reinserimento degli anziani?

Attraverso il laboratorio creativo “A Avó veio trabalhar”, iniziativa di Fermenta – Associação insieme a Casa Pia de Lisboa, I.P., l’APF e l’Oficina do Cego – Artes Gráficas, che riunisce circa 30 anziani si cerca di recuperare il patrimonio immateriale del territorio custodito nella memoria e saggezza dei nostri “nonni”.

16@IrinaPopova

Per chi non la conoscesse Fermenta è un’associazione senza fini lucratici creata nel 2013 da un’equipe multidisciplinare, con l’obiettivo di promuovere la valorizzazione sociale e culturale attraverso il design responsabile. Cosa ne pensate? Io sicuramente seguirò le novità che propongono e poi non dimentichiamoci che stanno creando una serie di guanti di lana ricamati a mano secondo l’antica tradizione portoghese. L’idea è della designer Susana António che ha selezionato una serie di motivi tipicamente portoghesi che i nonni utilizzavano per ricamare i maglioni.

La collezione di chiama ONE, di 30 pezzi unici, e si potrà acquistare nel negozio Arte Assinada Concept StoreLargo Trindade Coelho, 13 Lisbona.

Per saperne di più vi invito ad entrare nella loro pagina facebook

http://www.facebook.com/AAvoVeioTrabalhar

Le immagini sono di proprietà di Fermenta

7 Comments

  1. Ernesto de la Fuente Orlov

    Grazie. Mi hai portato a domandarmi, perché anche io amo Lisbona.
    Così a bruciapelo direi che è piena di autentica serena dolcezza. Paradiso perduto.
    Immaginati l’ultima scena che ho visto lí. Piazza dei Fiori, la fontana tintinna mentre il sole disegna arabeschi, complici le foglie degli alberi (ciliegi?). Due coppie si baciano teneramente, due ragazzi suonano la chitarra ad un anziano seduto tra di loro e una giovane donna da il petto al suo bambino… Voglio vivere così!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...