Lilly's lifestyle

Salotto virtuale di Liliana Navarra, un'italiana a Lisbona. Vuoi visitare Lisbona e il Portogallo come un local? Contattami! info.lillyslifestyle@gmail.com

Una giornata a Cacilhas

ENGLISHPORTUGUÊSFRANÇAISESPANÕL – DEUTSCH

cacilhas6

Ci sono giorni in cui non si ha voglia di fare grandi viaggi o di prendere l’auto. La voglia di gite fuori porta non passa mai ma la stanchezza di una settimana lavorativa si fa sentire, decidiamo quindi di prendere il traghetto, che attraversa il fiume Tago, e di passare una giornata tranquilla a Cacilhas, “la terra degli asini”.

cacilhas1Cachilas fu un importante scalo fenicio e possedeva una fabbrica di conserva di pesce che, durante il I e III d.C., forniva il mercato locale ed altre province romane. Esistono due versioni riguardo l’origine del nome, la leggenda vuole che derivi dalla frase Dá cá cilhas (dammi le cinghie), utilizzata dai proprietari degli asini per preparare le carrozze per i turisti. Altra versione è che il suo nome derivi dal termine arabo cacila che significa mandria o il luogo dove si bruca.

cacilhas7

VISITARE CACILHAS, un possibile itinerario a piedi

Si comincia dal molo (troverete un’ottima segnaletica per i percorsi pedestri), sulla vostra sinistra, alla doca n.2, potrete visitare la Fragata D. Ferdinando II e Glória. Ultima grande nave costruita dall’Arsenal Real de Marinha de Damão per la marina portoghese. Il primo viaggio che fece fu nel 1845, Goa-Lisboa. Veleggiò durante 33 anni e percorse circa 100 mila miglia, ovvero, cinque volte il giro del mondo. Abbandonata la nave, consiglio di salite per la colorata Rua Cândido dos Reis, visitare la chiesa Nossa Senhora do Bom Sucesso (ricostruita nel 1759), e fare un salto all’ufficio del turismo, dove potrete avere una mappa di Cacilhas.

cacilhas5

Risalendo la Elias Garcia si può arrivare al giardino che costeggia il Castello di Almada con una meravigliosa vista sul ponte 25 aprile e Lisbona. Riscendendo consiglio una sosta nel bar di quartiere (proprio di fronte a voi uscendo dal giardino sulla destra). Caffè buonissimo a soli 0,60 centesimi. Continuando il percorso indicato nella mappa, prossima sosta Casa da Cerca, centro d’arte con un interessante giardino botanico. Proseguendo si arriva al Museo archeologico (o Núcleo Medieval Moderno) costruito sui ritrovamenti dell’antico centro storico di Almada. Qui siete a metà cammino verso il Cristo Rei. Siete stanchi? Noi purtroppo, a causa della pioggia, torniamo indietro ed andiamo a pranzare.

cacilhas11

Se avete ancora forze suffcienti, e il tempo clemente, consiglio di arrivare fino al Cristo Rei (o Santuário Nacional de Cristo Rei) situato a 113 metri sul livello del fiume. La statua di granito, con un’altezza di 28 metri, fu realizzata dallo scultore portoghese Francisco Franco de Sousa. La visita in cima alla statua ha un costo di 4euro.

Per ritornare in centro potete prendere il bus 101 (info) se siete stanchi, la corsa costa 1,40 centesimi. Se credete di non riuscire a fare tutto questo percorso a piedi potete prendere il bus 101 al molo salire fino al Cristo e fare il percorso sopra citato a piedi in discesa. Se invece volete proprio rilassarvi potete prendere il bus a/r per appena 2euro.

Consiglio di pranzare al ristorante di fado A Tricanita proprio di fronte al molo dei traghetti, in Rua Cândido dos Rei n. 2/4. Il venerdì sera hanno sempre la notte di fado, ma di questo ve ne parlerò a breve. Il servizio è ottimo, personale familiare e gentile con tanto di vecchietto che ci fa accomodare al tavolo e ci dice “fate come se stesse a casa vostra”. I prezzi sono ragionevolissimi. Un piatto di seppie grigliate a soli 6euro e una giarra di vino bianco di 1/2 litro ad appena 3euro (pure buono). I piatti oscillano dai 6 agli 8 euro. Consigliatissimo.

cacilhas3

cacilhas4

ORARI TRAGHETTO Cais do Sodré – Cacilhas (QUI)

UFFICIO TURISMO, Rua Cândido dos Reis (QUI)

Volete altri consigli su gite fuori porta da Lisbona? Leggete QUI

Annunci

7 commenti su “Una giornata a Cacilhas

  1. lamodavaalmercato
    aprile 20, 2015

    …aspetto la notte di fado, mi hai incuriosita!
    anche con i nuvoloni è molto bella la “terra degli asini”, avrei mangiato quel piatto buonissimo di pesce e bevuto con te molto, molto volentieri!
    alla prossima gita!

    • lillyslifestyle
      aprile 20, 2015

      Si, ritornerò sicuramente per il fado e spero con il magnifico ed unico cielo azzurro che caratterizza lisbona. 😉 buona settimana cara

      • lamodavaalmercato
        aprile 20, 2015

        buona settimana anche a te!!!

  2. Paola
    maggio 3, 2015

    Ciao Liliana! Innanzitutto che bella sorpresa e complimenti per il tuo blog e tutti ituoi progetti..ti ritrovo qui ed è proprio il caso di dire.. meglio tardi che mai! Brava! Volevo segnalarti un ristorante che amo molto, proprio nel Giardino di Almada, si chiama Amarra ‘O Tejo. Vista favolosa su Lisbona – inpagabile – ottimi piatti – cucina portoghese – ed anche il servizio. Non è assolutamente pretenzioso, costa un po’ di più della A Tricanita, ma ne vale decisamente la pena! bjs

    • lillyslifestyle
      maggio 3, 2015

      Ciao Paola 🙂 che bello ritrovarti
      Grazie mille! Andrò sicuramente a provare il ristorante che mi consigli, sono sempre a caccia del buono. Buona domenica :*

      • Paola
        maggio 4, 2015

        Grazie 🙂 Poi fammi e facci sapere. Beijinhos

  3. Pingback: Sejkko, tra case e cielo – Francesco Mecucci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

COLLABORAZIONI

network guide italiane estero tour

Green Blog

Scopri Lisbona con me!

tour lisbona con lilly

La mia nuova avventura!

Leggi le mie recensioni!

Scatti compulsivi

Seguimi su:

Due chiacchiere con Lilly

LA RIVISTA 2014

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: