Lilly's lifestyle

Salotto virtuale di Liliana Navarra, un'italiana a Lisbona. Vuoi visitare Lisbona e il Portogallo come un local? Contattami! info.lillyslifestyle@gmail.com

São Tomé alla scoperta del Sud dell’isola

ENGLISHPORTUGUÊSFRANÇAISESPAÑOLDEUTSCH

Dopo avervi proposto un possibile itinerario alla scoperta del nord, oggi vi propongo un possibile itinerario per scoprire il sud dell’isola di São Tomé. Il nostro viaggio comincia alla scoperta della Roça Água Izé, conosciuta anche come “Fazenda da Praia Rei” perché localizzata nei pressi della Baia da Praia Rei. La Roça, del XVIII secolo, fu la prima roça dell’isola e fu qui che furono piantati i primi semi di cacao. Era la più grande casa coloniale del Paese, proprietà di João Maria de Sousa e Almeida, primo barone di Agua-Izé, oggi ospita circa 4000 persone.

2014-10-28 01.09.57-1 copia

Proseguiamo verso Boca do Inferno un luogo molto suggestivo e ricco di misteri e leggende. È un piccolo canale creato dall’erosione della roccia di basalto, originaria di molte eruzioni vulcaniche dell’isola, causata dall’acqua marina. Il luogo è insolito e molto suggestivo anche a causa della leggenda che lo lega alla Roça de Agua-Izé e alla malvagità di uno degli antichi  proprietari il “Barão de Agua Izé” che entrava proprio in questo punto con il suo cavallo per arrivare magicamente in Portogallo, da qui il nome Bocca dell’Inferno.

P1040340 copia

Lasciamo il barone al suo viaggio verso il Portogallo e proseguiamo verso Praia 7 Ondas (spiaggia 7 onde) e Praia Micondó entrambe deserte e paradisiache. Quest’ultima possiede alcune capanne che si possono fittare per dormire in spiaggia, le ho trovate in un avanzato stato di deterioramento e quindi non saprei consigliarvi se pernottare o meno.

2014-10-28 02.50.44 copia

A pranzo ci rechiamo alla famosa Roça São João dos Angolares dove abbiamo la fortuna di conoscere il proprietario, lo chef João Carlos Silva. Lo chef lo conobbi grazie ad un programma televisivo di culinaria che andava in onda sul canale RTP Africa. Sull’isola è una leggenda vivente. Oltre al recupero di questa antica Roça, che presto ospiterà anche una scuola di cucina, è anche la mente che sta dientro il centro d’arte CACAU della capitale e di molte altre iniziative legate agli artisti dell’isola. Leggete la mia esperienza gastronomica con lo chef QUI.

2014-10-28 03.55.48 copia

Deliziate le nostre papille gustative riprendiamo il 4×4 e proseguiamo verso il Rio lô Grande, uno dei fiumi più grandi dell’isola e la Cascata da Praia Pesqueira. Lasciamo l’auto e scendiamo fino alla cascata, un gruppo di bambini curiosi ci raggiunge saltellando. Credo che siamo una distrazione dalla monotonia quotidiana. Giochiamo un po’ con loro, chiedo ad ognuno il nome e timidi mi chiedono di fotografarli. Completamente diverso l’approccio rispetto ai bambini delle Roças che forse sono più abituati agli estranei “bianchi”.

DSC_0349 copia

Attraversiamo Malanza, località di pescatori dove è possibile fare, per appena 10€, un tour con un pescatore locale nel fiume che taglia una foreste di Mangrovie. Noi purtroppo non siamo riusciti a farlo, per mancanza di tempo e mezzo di trasporto. Continuiamo in direzione Porto Alegre e Praia Piscina, una delle perle dell’isola. Quest’ultima, protetta e nascosta da una falesia, è un vero e proprio paradiso di sabbia fina e bianca. Siamo rimasti veramente incantati sopratutto perché eravamo gli unici sulla spiaggia.

sud

Continuiamo verso il punto più al sud dell’isola raggiungibile in auto, la Praia Jalé. Inizialmente dovevamo pernottare qui ma poi è sorta un’altra occasione. È l’ideale per chi vuole vivere un’esperienza un po’ estrema per i miei gusti. La luce elettrica funziona solo dalle 17 alle 21, non c’è wi fi e si è veramente in mezzo al nulla. Non posso scrivere in merito perché non abbiamo pernottato qui ma ho ritenuto giusto avvisarvi di questi limiti. La spiaggia è veramente bella e la notte si ha la possibilità, con un po’ di fortuna, di avvistare delle tartarughe.

Il nostro tour si conclude a Praia Inhame, nostra ultima meta di viaggio e di soggiorno. Abbiamo pernottato qui tre notti, ma di questo ve ne parlerò nei prossimi giorni.

P1040170 copia

CONSIGLIO DI VIAGGIO

A differenza del nord dell’isola la strada, almeno fino a Porto Alegre, è più agibile. Il mio consiglio counque resta quello di contattare una guida locale.

Se, come noi, opterete per una guida vi consiglio di contattare la Discover São Tomé e Príncipe.

discoversaotomeeprincipe.com

Volete saperne di più su São Tomé? Leggete anche:

INFORMAZIONI UTILI

VISITARE LA CAPITALE SÃO TOMÉ

GALLERIA FOTOGRAFICA

DAL NORD AL SUD CON LA DISCOVER SÃO TOMÉ E PRÍNCIPE

DOVE DORMIRE A SÃO TOMÉ (I) HOTEL O BIGODES

LA GASTRONOMIA DI SÃO TOMÉ

A PRANZO CON LO CHEF TELEVISIVO JOÃO CARLOS SILVA

SÃO TOMÉ DOVE DORMIRE (II) HOTEL PRAIA

SÃO TOMÉ ALLA SCOPERTA DEL NORD DELL’ISOLA

1

Salva

Annunci

2 commenti su “São Tomé alla scoperta del Sud dell’isola

  1. Sara La moda va al mercato
    novembre 3, 2015

    incantevole, un paesaggio fantastico!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

COLLABORAZIONI

network guide italiane estero tour

Green Blog

Scopri Lisbona con me!

tour lisbona con lilly

La mia nuova avventura!

Leggi le mie recensioni!

Scatti compulsivi

Seguimi su:

Due chiacchiere con Lilly

LA RIVISTA 2014

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: