Lilly's lifestyle

Salotto virtuale di Liliana Navarra, un'italiana a Lisbona. Vuoi visitare Lisbona e il Portogallo come un local? Contattami! info.lillyslifestyle@gmail.com

Il giardino di Buddha in Portogallo, l’Oriente a 40min da Lisbona

ENGLISHPORTUGUÊSFRANÇAISESPAÑOL DEUTSCH

bacalhoaedengarden

La sensibilità di un uomo si misura dalle sue azioni. Questo ho pensato appena sono entrata nel giardino Bacalhôa Buddha Eden in Bombaral a meno di un’ora di macchina da Lisbona. Non so se vi ho mai parlato del mio fascino per l’Oriente, che ho fin da bambina, non immaginerete quindi la mia curiosità quando scoprì, diversi anni fa, l’esistenza di questo magnifico giardino.

Il commendatore José Berardo scosso, come molti di noi, dalla distruzione dei buddha di Bamiyan decise di creare un giardino orientale in Portogallo. Un omaggio tangibile alla pace! Pensate che è il giardino orientale più grande d’Europa con i suoi 35 ettari di terreno della Quinta dos Loridos, facente parte della Quinta da Bacalhôa (leggete qui la mia visita).

Pensate che nel 2007 per costruire le statue sono state utilizzate circa sei mila tonnellate di marmo e granito proveniente dalla Cina. Il giardino nel 2012 è stato ingrandito includendo anche varie sculture di arte contemporanea e nel 2015 il giardino delle sculture africane.

Tornando alla nostra visita, lasciamo l’auto nell’ampio parcheggio gratuito (non custodito) proprio davanti l’entrata e la biglietteria. Preso il biglietto singolo (3€/adulto) senza trenino che fa fare il giro del parco (altre 3€), studiamo la mappa per decidere che percorso prendere. Alla fine andiamo contro corrente e scegliamo i punti dove ci sono meno persone così da poter fotografare tranquillamente.

lago-bacalhoa

lago-bacalhoa-eden-gaden

Prima tappa il lago circondato dalle palme proprio a due passi dall’entrata (sulla mappa è il n. 3) nell’acqua troviamo dei curiosi pesci KOI che si avvicinano a noi. Fatto il giro del lago scendiamo verso il giardino dell’arte contemporanea dove ammiriamo alcune opere della famosa Collezione Berardo (Museu Berardo Belém) firmate Joana Vasconcelos, Alexander Calder, Fernando Botero, Tony Cragg, Lynn Chadwick, Allen Jones, giusto per citarne alcuni. Queste opere sono regolarmente sostituite, un invito a tornare?

Dall’arte contemporanea ci inoltriamo nella foresta di 1000 palme che ospita l’arte africana. Dedicata al popolo Shona dello Zimbaué, popolo che da oltre mille anni che scolpisce a mano la pietra, la foresta possiede 200 sculture tra strane creature, animali e magnifici profili.

africa-bacalhoa

Proseguendo in discesa, incontriamo l’esercito dei guerrieri Xian di terracotta (8). Pensate che ne abbiamo visti 700, tutti dipinti a mano, unici, ed alcuni di esse sotterrati. In attesa di vedere gli originali ci accontentiamo di un selfie con questi guerrieri blu.

Incontrando l’esercito di terracotta 😉 #lillyslifestyle #inportogalloconlilly #pillolediportogallo #visitportugal

Una foto pubblicata da Lilly’sLifeStyle (@liliananavarra) in data: 5 Giu 2016 alle ore 08:44 PDT

La visita prosegue e decidiamo di salire e fare il giro lungo fino al Buddha gigante (10) di 21 metri di altezza. Veramente impressionante. Continuando, all’ombra degli alberi, nei sentieri delineati da varie statue tra leoni, buddha, monaci e dragoni arriviamo ad un delizioso laghetto zen, il lago della tranquillità (12) che ospita i miei fiori preferiti.

ninfee-lago-bacalhoa

Dopo tanta salita cominciamo la discesa verso il famoso buddha disteso, in realtà si chiama Buddha Dorato (9) e contorniamo il lago della Pagoda, lo specchio d’acqua più grande del giardino (16). Imperdibile il percorso sulla pedana di legno, ma…. attenti alla testa!

 

La nostra visita si è conclusa. Calcolate almeno due ore per fare il giro completo con calma. Vi consiglio di minurvi di crema solare, cappello, acqua e occhiali da sole. Quasi l’intero percorso è al sole. Esistono solo due punti del parco dove troverete i servizi igienici: nel parcheggio e nella parte in cima al parco (vedete la mappa). Prima di tornare verso l’auto facciamo, ovviamente, una sosta al negozio di vini.

MAGGIORI INFORMAZIONI

Per orari e prezzo biglietti

Come arrivare

GALLERIA FOTOGRAFICA

Forse vi potrenno interessare

ALTRI ARTICOLI SUL PORTOGALLO

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Annunci

4 commenti su “Il giardino di Buddha in Portogallo, l’Oriente a 40min da Lisbona

  1. Sabrina
    giugno 10, 2016

    Stupendo! Io non ne conoscevo affatto l’esistenza

    • lillyslifestyle
      giugno 10, 2016

      È meraviglioso, te lo consiglio. Stai pianificando un viaggio in Portogallo? 🙂

  2. infuso di riso
    giugno 27, 2016

    non lo conoscevo:) wow!!!!
    buon lunedi
    dnaiela

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

COLLABORAZIONI

network guide italiane estero tour

Green Blog

Scopri Lisbona con me!

tour lisbona con lilly

La mia nuova avventura!

Leggi le mie recensioni!

Scatti compulsivi

Seguimi su:

Due chiacchiere con Lilly

LA RIVISTA 2014

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: