Lilly's lifestyle

Salotto virtuale di Liliana Navarra, un'italiana a Lisbona. Vuoi visitare Lisbona e il Portogallo come un local? Contattami! info.lillyslifestyle@gmail.com

Quali dolci mangiare a Lisbona? Ecco i miei consigli

Oggi mi son svegliata con una voglia di dolci incredibile e quindi, per ovvia conseguenza, vi scrivo questo goloso articolo. Conoscete i dolci portoghesi che potete mangiare a Lisbona? Se la risposta è negativa non potete fermare la lettura qui. Pronti a farvi venire l’acquolina in bocca?

dolci tipici portogallo

ENGLISHPORTUGUÊSFRANÇAISESPAÑOL DEUTSCH

Con questo articolo faremo un itinerario virtuale e goloso per le strade di Lisbona alla scoperta dei luoghi conosciuti, o meno, dove mangiare i dolci tipici del Portogallo. La lista che segue non è stata stilata pensando ad un itinerario preciso ma ho appena elencato in ordine alfabetico i nomi dei vari dolci da non perdere.

La maggior parte dei dolci che elencherò sono dolci conventuali, del XV secolo, solitamente prodotti con uova e miele, lo zucchero arriva con la colonizzazione di Madeira dove si coltivava la canna da zucchero.

Il Paese è ricco di differenti tipologie di dolci conventuali ed ogni regione ha i suoi dolci tipici, ma dove trovarli in capitale?

PASTEL DE NATA

Forse il dolce più conosciuto di Lisbona o per meglio dire il re della pasticceria in capitale. I pasticcini alla crema, così tanto famosi, sono nati a seguito della riforma liberale del 1834 a Belém quando tutti i conventi, ed altri luoghi religiosi, dovettero chiudere i battenti.

Se volete un consiglio però, io eviterei la famosa pasticceria di Belém (1837) e li mangerei, anche se appena in piedi, nella Mantegaria in Chiado. Qui troverete, secondo me, i migliori paste de nata della città e sono ancora fatti completamente a mano e potrete anche vedere il processo dal vivo visto che la cucina è a vetro.

Oramai si trovano in giro anche nelle varianti modere al cioccolato, castagna e i famosi rossi quelli del Benfica (la squadra di calcio).

Dove mangiarlo a Lisbona: Mantegaria in Rua do Loreto, 2.

TRAVESSEIRO DE SINTRA

Ovviamente, sarebbe meglio mangiarli a Sintra (da Piriquita) ma per chi non può spostarsi fino alla vicina e magica cittadina, che tutti sognano per i suoi castelli e i boschi incantati, può sempre optare per quelli della pasticceria Doçaria do Chiado

Pensate che è un dolce degli anni 40 creato da Constância Luísa Cunha. Il dolce di pasta sfoglia è farcito di uova e mandorle e il famoso ingrediente segreto custodito gelosamente dalla famiglia della creatrice.

Dove mangiarlo a Lisbona: Doçaria do Chiado in Rua da Horta Seca, 9.

dolci portogallo

Foto: RTP

QUIEJADA DE SINTRA

L’origine della Queijada de Sintra risale all’epoca medievale quando era utilizzata come forma di pagamento a causa dell’eccesso di formaggio fresco prodotto in zona.

Questo tipico dolcetto di Sintra è fatto infatti di formaggio fresco, zucchero, uova, farina e cannella. Questa magnifica crema riempie una pasta croccante di forma rotonda.

Dove mangiarlo a Lisbona: Fábrica nel Mercado da Ribeira, Avenida 24 de julho, 481.

queijada sintra

Foto: TimeOut Market

BOLA DE BERLIM

Chi vive in Portogallo spesso lo associa all’estate perché è sempre venduto in spiaggia, un po’ come in Italia il “cocco fresco”. Le sue origini sono tedesche, da qui il nome, ed escono dalla Germania durante la II Guerra Mondiale quando gli ebrei scappano verso altri Paesi europei portandosi con se anche le ricette locali.

Ricordano le nostre bombe, o bomboloni, ma sono ripieni di crema pasticcera, non proprio come la nostra ma, come al solito, dal sapore di uova molto intenso.

Dove mangiarlo a Lisbona: Sacolinha in Rua Paiva de Andrada, 8-12.

dolci portoghesi

Foto: Minho em Festa

OVOS MOLES DI AVEIRO

L’origine degli Ovos Moles risale al XVI secolo tra le mura dei conventi, molto probabilmente nel Convento de Jesus di Aveiro. Come spesso accade, nasce per evitare sprechi in cucina. Metre l’albume era usato per faccende domestiche non si sapeva cosa fare dei tuorli fino a che un giorno si decise di aggiungere dello zucchero.

Chiuso il convento, la ricetta passò nelle mani dell’ultima religiosa in vita. Gli Ovos Moles sono serviti in ostie a forma di pesciolini, o conchiglie, per ricordare la tradizione della città dei pescatori.

Dove mangiarli a Lisbona: Casa dos Ovos Moles in Calçada da Estrela, 142 (Estrela) oppure Calçada do Sacramento, 25 (Chiado).

dolci portogallo

Foto: SAPO Lifestyle

PÃO DE LÓ

Qui tiriamo l’acqua al nostro mulino, questo dolce ha infatti origini italiane e rimonta alla metà del 1700 quando il cuoco genovese Giobatta Carbona va, su invito, in Spagna dal marchese Domenico Pallavicino.

In occasione di un banchetto, in presenza del re spagnolo, il genovese crea il Pan di Spagna per onorare la corte. Ecco fatto, nasce il Pão de Ló, ovvero, il pan di spagna. In Portogallo esistono 4 varianti del Pão de Ló: Alfeizerão, Arouca, Ovar e Margaride.

Dove mangiarlo a Lisbona: Real Paõ de Ló in Rua Conde de Sabugosa, 2.

dolci portoghesi

Foto: A Senhora do Monte

PASTEL DE FEIJÃO

Ora molti di voi storceranno il naso quando vi dirò che sono pasticcini di fagioli, uova e mandorle (senza farina). Fate finta che non ve l’ho detto e provateli, non ve ne pentirete.

Originari di  Torres Vedras, la sua nascita rimonta al XIX secolo per mano di D. Joaquina Rodrigues. Un dolce esclusivo in quanto la creatrice lo preparava appena per un circolo ristretto di amici. Furono poi commercializzati e rapidamente si trasformarono in un successo commerciale.

Dove mangiarlo a Lisbona: Fábrica do Pastel de Feijão in Rua dos Remédios, 33.

dolci portogallo

Foto: Doces Regionais

TORTA DE AZEITÃO

Da dolce familiare ad icona regionale. La sua origine rimonta al XIX secolo dalle mani di Manuel Rodrigues, conosciuto come “o Cego”, e sua moglie D. Maria Albina.

La loro pasticceria in Azeitão divenne la più famosa della regione sopratutto per le sue torte create nel 1901. Di cosa è fatta? Uova, farina di mais e zucchero. Da non perdere!

Dove mangiarlo a Lisbona: Doçaria de Azeitão in Gare do Oriente, Avenida Dom João II, Piso -1, Parque das Nações.

dolci portogallo

Foto: Dinheiro Vivo

Per ora mi fermo qui, ci sarebbe da elencarne ancora diversi ma per scoprirne degli altri dovrete continuare a leggere il mio blog.

Ammetto che per scriverve questo articolo sono ingrassata 2 chili ma sono felice lo stesso. Se volete ricevere altri consigli e curiosità, continuate a seguirmi e se avete delle domande non esitate a scrivermi qui nel commenti o via email.

DOVE MANGIARE A LISBONA

L’immagine di copertina è stata reperita dal sito docefado.com.br

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Annunci

8 commenti su “Quali dolci mangiare a Lisbona? Ecco i miei consigli

  1. Silvia - The Food Traveler
    ottobre 4, 2017

    Ma questi dolci a quest’ora, quando manca ancora troppo prima di cenare: tu vuoi farmi morire 😉
    Ora vorrei trovarmi un volo e partire il prima possibile!

  2. L'OrsaNelCarro Travel Blog
    ottobre 4, 2017

    Oddio che meraviglia! 😛
    Come si fa a scegliere? Ovviamente fra i tuoi tour organizzati c’è anche quello delle pasticcerie…al termine del quale in omaggio c’è la misurazione della glicemia vero?! 😀 😀 😀

    • lillyslifestyle
      ottobre 4, 2017

      hahahahahhaha 🙂 non proprio anche se devo ammettere che ho un tour gastronomico ma dolce/salato 😉

  3. L'OrsaNelCarro Travel Blog
    ottobre 4, 2017

    Comunque BOLA DE BERLIM for president!!! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

COLLABORAZIONI

network guide italiane estero tour

Green Blog

Scopri Lisbona con me!

tour lisbona con lilly

La mia nuova avventura!

Leggi le mie recensioni!

Scatti compulsivi

Seguimi su:

Due chiacchiere con Lilly

LA RIVISTA 2014

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: