cosa visitare a lisbona itinerario

Un itinerario a piedi verso la Lisbona occidentale

Oggi mentre mi svegliavo tranquillamente, con una serie di martellate del vicino di sopra, ho cominciato a pensare all’articolo che vi avrei scritto oggi. Sentendo ancora l’energia della bella giornata di sole di domenica e i 10 km di camminata, ho pensato che sarebbe stato interessante condividere con voi questo itinerario, da fare a piedi, per scoprire una parte della città che solitamente si percorre in autobus per arrivare a Belém.

LISBONA OCCIDENTALE un possibile itinerario

COSA TROVERETE IN QUESTO ARTICOLO: la casa di “Dracula” vicino al supermercato Transilvania, pittoresche casette colorate, la stradina più fiorita della città, antichi conventi nascosti tra condomini, le ambasciate di Lisbona, una galleria sotterranea di street art, un magnifico lungofiume e tanto altro ancora.

Siete pronti a partire per questa passeggiata virtuale con me? Mi raccomando usate scarpe comode.

visitare lisbona a piedi

ITINERARIO

Circa 10 KM – Difficoltà: media – Dislivello: prima parte molte salite poi pianura.

Siamo partiti da Piazza Marquês de Pombal perché volevamo far vedere ai nostri amici francesi l’opera di Gustave Eiffel di Lisbona, il magnifico edificio al lato del mercato municipale di Rato. Gli interni in ferro del rivenditore di auto sono opera di Eiffel.

gustave eiffel a lisbona
Foto: arquivomunicipal.cm-lisboa.pt

opere gustave eiffel a lisbona

Continuiamo la nostra camminata verso il quartiere Estrela, passiamo per il suo meraviglioso giardino ed ammiriamo la sua bianca Basilica. Salutiamo le oche e le paparelle che avevano dato alla luce da poco i pappatori, che correvano nel prato del laghetto, e respiriamo un po’ di aria pura che ci rigenera.

Prima di procedere, ci fermiamo a pranzo in uno dei ristoranti di quartiere dove siamo gli unici stranieri (Flor da Estrela), un ristorante che frequentiamo con una certa regolarità. Rifocillati, proseguiamo la passeggiata verso Lapa, il quartiere delle ambasciate e dei magnifici palazzi signorili.

Non si può restare indifferenti al Palacete dos Condes de Monte Real, una magnifica opera di architettura del XX secolo firmata dall’architetto Luís Monteiro. Un palazzo che nasconde un notevole numero di azulejos portoghesi del XVII – XX secolo provenienti gran parte dell’antico Convento do Rato distrutto dal terribile terremoto del 1755.

cosa visitare lisbona lapa

Continuando a percorrere il quartiere, arriviamo all’ambasciata degli Stati Uniti dove al lato c’è il palazzo che noi chiamiamo di Dracula per la vicinanza del supermercato Transilvania e la sua facciata che di sera è abbastanza “suggestiva”. In realtà si tratta del Palacete do Visconde de Sacavém.

Una magnifica opera della fine dell’Ottocento per mano dell’architetto H. Faria Blanc. Le magnifiche opere in ceramiche, che decorano il palazzo, sono state realizzate dallo stesso visconte, José Joaquim Pinto da Silva, che era ceramista e fondatore della Fábrica de Produtos Cerâmicos di Campolide.

quartiere lapa lisbona visitare

A questo punto abbiamo girovagato per le strette stradine di Madragoa, uno dei quartieri tipici e ancora non turistici della città. Abbiamo ammirato lo stretto vicolo che ha vinto il primo premio di “strada più fiorita della città” nel maggio del 2001 (Travessa de São João de Deus).

Ci siamo diretti poi verso Alcântara per raggiungere la Lx Factory, tappa obbligatoria della zona occidentale della città. Arrivati alla Lx Factory scopriamo essere il giorno della LX Rural, un mercatino di prodotti dell’orto e bancarelle vintage e di artigianato che occupa l’intera strada principale dell’area.

mercatini lisbona

Non è la prima volta che la cito, essendo uno dei miei luoghi preferiti in città. L’antica area industriale fu costruita nel 1846 che cadde poi in disuso. Rinasce come polo culturale e artistico di Lisbona. Un’isola creativa di 23.000 m2 dove s’incontrano: moda, publicità, comunicazione, multimedia, arte, architettura, musica, ed altro ancora (leggete qui).

Mentre i nostri amici girovagavano per negozi ed atelier, io ho approfittato per riposarmi sulla poltrona della mia libreria preferita, la Ler Devagar. Siamo saliti poi per ammirare il panorama sulla terrazza del Rio Maravilha.

lx factory lisbona

arte urbana lx factory lisbona

lx factory lisbona alternativa

Non potevano mancare diversi scatti fotografici alle nuove opere di street art realizzate dentro e fuori l’area della vecchia fabbrica tessile. Siamo tutti appassionati, non ci possiamo fare nulla.

LA GALLERIA FOTOGRAFICA

Salutata la Lx Factory, avevamo bisogno di un’alternativa pianeggiante dopo questa prima parte abbastanza impegnativa del percorso. Decidiamo così di tornare in centro per un aperitivo a Cais do Sodré, via lungofiume.

Consiglio di utilizzare il sottopassaggio di Alcântara per arrivare vicino il fiume Tago così potrete ammirare una sorta di galleria ricca di murales interessanti.

arte urbana lisbona

graffiti lisbona

graffiti lisbona

È rilassante il lungofiume, potete passare al lato di magnifici velieri a riposo, zone ideali per giocare con i bambini con bici, pattini a rotelle oppure macchinine a pedali da noleggiare in loco, mentre voi sorseggiate un caffè o un aperitivo in tranquillità.

arte urbana lisbona

lungofiume lisbona a piedi

Arrivati a Cais do Sodré consiglio una sosta in uno dei vari bar con terrazza sul fiume. I prezzi non sono eccessivi e il tramonto che colora le acque è incredibile.

Solitamente noi andiamo da Vestigius oppure da Montana, il caffè legato alla galleria di arte urbana Underdogs. Purtroppo (per noi) erano entrambi pieni ed abbiamo optato per il Lisboa Rio, sinceramente non sono rimasta colpita per il servizio. Non credo ci tornerò.

 

Riposati e rinfrescati, decidiamo di salire verso Largo do Carmo per far ammirare ai nostri amici la vista dal famoso ascensore di Santa Justa, uno dei quattro ascensori storici della città (leggete qui). Per non percorrere l’ovvia Rua Augusta abbiamo optato per passere per la Piazza del Municipio con la sua magnifica pavimentazione.

 

Lo stomaco a quel punto cominciava a brontolare e la stanchezza si faceva sentire dopo questa bella e lunga passeggiata. Siamo quindi andati alla nostra trattoria settimanale in Chiado, Gruta de Camões, dove abbiamo concluso la giornata di esplorazioni con una bella caraffa di vino verde della casa.

Vi è piaciuta questa gita alla scoperta della Lisbona occidentale? Parte di questo percorso lo potete fare in autobus 727, leggete qui.

VI POSSONO INTERESSARE ANCHE

VUL lisbon village undergroundtour lisbona alternativa

4 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.