come trasferirsi in portogallo

Trasferirsi in Portogallo tutto quello che dovete sapere

Oramai per me risulta impossibile rispondere a tutti voi sulle modalità di trasferimento all’estero (dall’Italia al Portogallo). Solitamente sono sempre gli stessi i dubbi, stessi che sorsero anche a me nel lontano 2003: come chiedo il NIF (numero di identificazione fiscale), come apro un conto in banca, quando e come iscrivermi all’AIRE, ecc..

come trasferirsi in portogallo

Vista l’impossibilità da parte mia di rispondere ad ognuno di voi via messaggi e/o email, ho deciso di scrivere questo articolo riassuntivo nel mio blog al fine di creare una guida utile all’italiano che vuole trasferirsi in Portogallo. Spero vi possa servire.

N.B.: Premetto che non lavoro per nessuna di queste entità quindi per eventuali ulteriori dubbi vi consiglio di rivolgervi all’autorità competente.

Cosa troverete in questo articolo: residenza, codice fiscale (NIF), ASL portoghese, NISS previdenza sociale, registo de cidadão da União Europeia, patente, come Votare, conto bancario.

residenza, iscrizione all’Aire

L’obbligo di iscrizione all’AIRE (anagrafe dei cittadini italiani residenti all’estero) presso l’Ambasciata d’Italia in Portogallo, o relativi consolati sparsi nel Paese, comincia dopo aver maturato 12 mesi di permanenza in Portogallo.

Per iscriversi basta recarsi presso l’Ambasciata d’Italia (Lisbona), o una sede consolare della stessa, e richiedere il modulo (Cons.OI). Il modulo lo si può anche scaricare online cliccando qui. Riporto qui di seguito le informazioni divulgate dal sito ufficiale (cliccate qui):

L’iscrizione all’AIRE si può richiedere tramite il portale dei servizi consolari FAST IT previa registrazione dell’utente nel sistema. Questa procedura permette al cittadino di chiedere l’iscrizione AIRE compilando on-line il modulo di iscrizione ed allegando il documento d’identità e la prova di residenza di tutti i membri della famiglia direttamente in formato elettronico. Si sottolinea che dopo la registrazione al portale e dopo aver attivato il proprio account, è necessario accedere nuovamente al portale e procedere con l’iscrizione selezionando “Anagrafe Consolare e AIRE” tra i servizi disponibili. Per accedere al portale cliccare qui.

portale italiani all'estero

Prima di avviare la procedura online si consiglia di disporre di una stampante ed uno scanner. In alternativa, la domanda di iscrizione all’AIRE può essere trasmessa all’ambasciata per posta ordinaria, o personalmente agli sportelli della cancelleria consolare o dei consolati onorari in Portogallo. Per consultare la lista cliccate qui.

DOCUMENTI NECESSARI: oltre al modulo citato bisognerà consegnare allo sportello consolare (oppure inviare via email tutta la documentazione, esclusivamente per la trasmissione delle richieste di iscrizione Aire a: lisbona.iscrizioniaire@esteri.it ), un documento d’identità valido, una prova di residenza (contratto di affitto con la durata di almeno un anno o superiore, oppure contratto di acquisto. Ovviamente, tutto a nome del richiedente), una bolletta di un’utenza (non è valida quella del cellulare ma appena acqua, luce o gas). Per maggiori informazioni consiglio di contattare il consolato.

NIF – codice fiscale 

Secondo il sito ufficiale Portal do Cidadão (il portale del cittadino) ecco come si richiede il NIF.

Il servizio è gratuito e il NIF è rilasciato al momento e può esser richiesto nelle varie sedi della Lojas de Cidadão (che offrono questo servizio) e presso i banconi dell’ Autoridade Tributária e Aduaneira. Maggiori informazioni.

DOCUMENTI NECESSARI: passaporto o carta d’identità validi ed un documento che attesti la residenza in Portogallo. Se il richiedente non è residente in territorio nazionale avrà l’obbligo di designare un rappresentante con residenza nel territorio. (Una mia nota: in realtà basta consegnare un documento ufficiale con il proprio nome come una bolletta di un’utenza, contratto di affitto, o affini).

Pare che, secondo alcuni messaggi e commenti ricevuti, per i non residenti:

1- si possa chiedere il “NIF provvisorio” con residenza italiana e poi, una volta svolti i processi per la residenza portoghese ed avuto un contratto di affitto o compravendita, possano modificare i dati.

2- il NIF si possa chiedere all’ambasciata del Portogallo in Italia quando si ha un rappresentate fiscale con delega in Portogallo.

Prendete queste informazioni con le pinze perché io non le ho trovate in nessun sito ufficiale. Sono appena le esperienze raccontatemi da alcuni connazionali trasferiti, che ringrazio per la gentilezza e la disponibilità.

finanze lisbona portogallo

ASL portoghese, il centro de saúde

Per potersi iscrivere al Centro de Saúde del proprio quartiere di residenza sarà necessario recarsi al bancone informazioni dello stesso e far richiesta. L’iscrizione è gratuita e fatta al momento ma questo non significa che vi sia attribuito un medico di famiglia (pare non ce ne siano sufficienti nemmeno per i portoghesi).

Potrete però sempre recarvi in un centro de saúde per ricevere assistenza medica e per il rilascio di certificati medici o prescrizioni di medicinali e visite specialistiche. Ovviamente, essendo cittadini dell’Unione Europea, anche se non siete iscritti, in caso di urgenza, sarete visitati sia nei vari centri che negli ospedali. Maggiori informazioni.

DOCUMENTI NECESSARI: carta d’identità o passaporto e documento che comprovi la residenza (mia nota: solo il “registo de cidadão da União Europeia” è accettato, esperienza personale). Maggiori informazioni.

servizio sanitario portoghese

registo de cidadão da União Europeia

I cittadini europei che risiedono da oltre 90 giorni su territorio portoghese devono richiedere questo certificato presso la Câmara Municipal de Lisboa (costo 15€ secondo il sito ufficiale). Il certificato ha una durata di 5 anni. Vi servirà per moltissime pratiche burocratiche quindi non sottovalutatelo.

DOCUMENTI NECESSARI: Passaporto o carta d’identità validi ed un documento che attesti la vostra residenza in Portogallo (contratto di affitto o acquisto, contratto di lavoro, una bolletta a vostro nome, ecc.). Maggiori informazioni.

REGISTO DE CIDADÃO DA UNIÃO EUROPEIA

Il registo de cidadão da União Europeia ha una durata di 5 anni trascorsi i quali per rinnovarlo bisognerà richiedere il Certificado de Residência Permanente presso il SEF – Serviço de Estrangeiros e Fronteiras su prenotazione. Maggiori informazioni.

NISS – Segurança Social

Il NISS (Número de Identificação de Segurança Social) è il numero di previdenza sociale di 11 cifre che viene attribuito all’utente che ne fa richiesta. La Segurança Social copre tre aree: la sanità, la solidarietà sociale e il supporto alle famiglie per garantirne i diritti essenziali dei cittadini.

Con il pagamento mensile della Segurança Social si ha una copertura in caso di malattia, maternità/paternità, adozione, sussidi di disoccupazione, invalidità, pensione e decessi. (Una mia nota: consiglio di valutare anche la possibilità di un’assicurazione sanitaria privata).

previdenza sociale portogallo

Se state venendo in Portogallo per lavorare in un’azienda sarà il vostro datore di lavoro che si occuperà della pratica. Se invece siete liberi professionisti dovrete fare richiesta voi. Per ottenere il NISS di 11 cifre basta far richiesta online seguendo le istruzioni scritte nel sito ufficiale (cliccare qui) che ho tradotto qui di seguito per voi:

1 – Introdurre il Numero d’Identificazione della Segurança Social di 9 cifre fornitovi. 2 – Cliccare su “Seguinte” per ottenere il vostro NISS di 11 cifre. 3 – Scrivere il numero ottenuto in un luogo sicuro per futuri utilizzi. Per ottenere la lista dei centri della Segurança Social cliccare qui.

Patente Portoghese

I cittadini dell’Unione Europea che volessero cambiare la propria patente per una patente portoghese dovranno recarsi presso gli uffici del IMT –   Instituto da Mobilidade dos Transportes, I.P. Questa la lista dei Balcões de Atendimento do IMT

DOCUMENTI NECESSARI: patente valida, due foto recenti formato tessera, un documento d’identità valido, un certificato medico per conducenti di veicoli di categoria A, B e B+E oppure A1 e B1 (Mod. 922 INCM – Imprensa Nacional da Casa da Moeda), traduzione della patente in portoghese autenticata dal consolato o ambasciata. Maggiori informazioni.

Per maggiori informazioni su costi, altre tipologie di veicoli e tempistiche consiglio di consultare il sito ufficiale cliccando qui.

motorizzazione portogallo

CONTO BANCARIO

Oggi non è difficile aprire un conto bancario in Portogallo per noi cittadini dell’Unione Europea. Solitamente è fatto al momento in una qualsiasi filiale bancaria. Le banche in Portogallo sono (possono variare nel tempo): Activo Bank, Barclays, BBVA, BPI, CGD, Deutsche Bank, Eurobic,  Novo Banco, Millenium BCPMontepio, Santander Totta, BIG, BEST.

Da poco anche la posta ha aperto una sezione bancaria, il Banco CTT. Per maggiori informazioni cliccare qui.

DOCUMENTI NECESSARI: carta d’identità o passaporto valido, NIF, busta paga, un documento che provi la residenza in Portogallo (bolletta, contratto di affitto o di acquisto). La maggior parte della banche vi chiederanno un deposito minimo di apertura che oscilla sui 100€.

Una curiosità lanciata lo scorso agosto 2018, sarà possibile aprire un conto bancario con una videochiamata. Vi ho incuriosito? Leggete qui.

portogallo come aprire un conto bancario

VOTARE all’estero

Per poter votare all’estero bisogna esser residenti in Portogallo iscritti all’AIRE ma ci sono alcune eccezioni. Prima di riportarvi qui di seguito il comunicato ufficiale, che potrete trovare sul sito dell’Ambasciata d’Italia a Lisbona, vi informo che se siete residenti ed avete regolarmente scritto il vostro attuale indirizzo corretto di domicilio, il plico elettorale vi sarà inviato comodamente a casa vostra, se non lo ricevete dovete tempestivamente contattare il consolato della vostra zona di residenza.

cittadini italiani residenti all’estero e regolarmente iscritti all’AIRE possono esercitare il diritto di voto all’estero nel luogo di residenza per le elezioni politiche nazionali, per i referendum abrogativi e costituzionali ex artt. 75 e 138 della Costituzione e per le elezioni del Parlamento europeo. Il voto all’estero per le elezioni politiche nazionali e i referendum è regolato dalla Legge 27 dicembre 2001, n. 459 e dal relativo Regolamento attuativo (D.P.R. 2 aprile 2003, n. 104), in attuazione degli art. 48, 56 e 57 della Costituzione, che hanno istituito la Circoscrizione Estero.

La Legge 6 maggio 2015, n. 52, (c.d. “Italicum”) ha stabilito che anche i cittadini temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi per motivi di lavoro, studio o cure mediche possono chiedere al proprio Comune di votare all’estero per corrispondenza. La disposizione avrà effetto per l’elezione della Camera dei Deputati dal 1° luglio 2016, mentre è in vigore da subito per eventuali referendum successivi alla data di entrata in vigore della legge (23 maggio 2015).

Il voto all’estero per l’elezione dei rappresentanti italiani al Parlamento europeo è invece regolato dalla legge 24 gennaio 1979 n. 18 e dal Decreto-legge del 24 giugno 1994 n. 408 (convertito in legge 3 agosto 1994, n. 483).
Gli elettori italiani residenti all’estero e regolarmente iscritti all’AIRE possono altresì votare per l’elezione dei rappresentanti dei COMITES – Comitati degli italiani all’estero (legge 23 ottobre 2003, n. 286). Maggiori informazioni.

come votare all'estero portogallo

Ho dimenticato qualcosa? Volete conoscere qualche altra pratica burocratica? Scrivete la vostra richiesta nei commenti sottostanti, le vostre richieste saranno valutate ed inserite in seguito in questo articolo.

Vi consiglio anche di iscrivervi al mio gruppo facebook “Italiani a Lisbona!!” dove potrete trovare numerose informazioni e consigli scritti di chi già vive qui.

In bocca al lupo per la vostra nuova vita!

6 Comments

  1. L'OrsaNelCarro Travel Blog

    Devo girarlo a mio padre questo post! Tu non sai quante volte mi parla del suo desiderio di lasciare sto paese dalla burocrazie e dalle tasse asfissianti per andare in paesi come il Portogallo. Sta sempre su internet a vedere quegli special sui pensionati che si trasferiscono e ultimamente mi parla sempre più spesso proprio del Portogallo! 😉 Guarda, se riesce a convincere mia madre che è lo scoglio duro, ti avverto che te lo ritrovi a Lisbona! 😀 😀 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.