organizzare un viaggio a madeira

Madeira, l’isola portoghese del legno

Dopo aver organizzato un paio di viaggi alle Azzorre era il momento di dedicare un fine settimana a Madeira, l’isola principale dell’arcipelago di Madeira nell’oceano Atlantico. Volete sapere come ho organizzato un viaggio sull’isola in un fine settimana prolungato? Continuate a leggere.

organizzare un viaggio a madeira

In questo articolo troverete: COME ORGANIZZARE UN FINE SETTIMANA A MADEIRA, COSA VISITARE IN 3 GIORNI, COSA MANGIARE E BERE. L’essenziale insomma.

Inutile dirvi che un fine settimana è poco se volete visitare tutta l’isola e fare anche qualche bella camminata immersi nel verde per le famose “levadas”, i corsi d’acqua che servivano per irrigare le piantagioni.

Noi abbiamo fatto una selezione in base alle nostre esigenze di accompagnatori e quelle dei nostri accompagnanti che solitamente viaggiano comodi e non sono grandi camminatori.

COME ORGANIZZARE IL VIAGGIO

Prima informazione è che per Madeira basta la carta d’identità valida, esattamente come per venire in Portogallo continentale. Per scoprire quali compagnie volano da e per Madeira vi consiglio di cliccare qui.

Detto questo, vi consiglio di studiare un itinerario prima di partire quando non si viaggia un po’ all’avventura. L’ideale è noleggiare con anticipo un auto per non esser dipendenti da orari ed itinerari degli autobus locali.

CONTATTATEMI VIA EMAIL PER RICEVERE UN PREVENTIVO DI VIAGGIO O PER AVERE INFORMAZIONI SU UNA GUIDA ITALIANA A MADEIRA

organizzare un viaggio a madeira

Noi abbiamo preso l’auto in aeroporto per praticità, perché l’aeroporto non si trova a Funchal, e vista la tarda ora del nostro arrivo sull’isola era meglio prevenire. Potrete comunque optare per lo shuttle, l’autobus di linea oppure il taxi.

madeira aeroporto come arrivare a funchal

Lo shuttle parte e arriva in aeroporto passando per: Estrada Boa Nova, Rua Ribeiro João Gomes, Rua do Anadia, Av. do Mar, Rua Dr. Brito Camara, São João, Av. Calouste Gulbenkian, Av. Infante, Estrada Monumental, Rua Passos Gouveia, Estrada Monumental, Praia Formosa. Prezzo circa 5€ a persona, consultare la tabella e gli orari qui.

shuttle aeroporto madeira
trasporti aeroporto madeira

Esistono anche diverse linee di autobus che partono dall’aeroporto. Quali? I numeri sono: Nº113 Nº113RS Nº20 Nº208 Nº53 e il Nº78 . Il prezzo è di circa 3,5€ a persona, consultate la tabella qui.

L’opzione più comoda, ed anche più cara, è sicuramente il taxi. Potete anche acquistare, prima del vostro arrivo, il voucher per pagare una tariffa fissa. Cliccare qui.

taxi isola madeira
come muoversi a madeira i trasporti

Passiamo all’alloggio. Secondo me l’ideale è prendere un alloggio a Funchal e poi esplorare l’isola con calma in auto selezionando le località che più vi possono interessare. Per approfittare di uno sconto di 30€ su Airbnb (se non siete ancora iscritti) cliccate qui, se invece preferite il 10% di sconto su Booking cliccare qui.

UN POSSIBILE ITINERARIO

Come le Azzorre, anche Madeira ha un meteo ballerino e può cambiare da un momento all’altro anche se qui io direi che esiste (come temperature) un clima sempre primaverile ma con possibili piogge. Consiglio di consultare prima il meteo qui.

Viste le condizioni metereologiche delle località che volete visitare, potete ora partire alla scoperta dell’isola. Voglio però consigliarvi i nostri itinerari suddivisi per giorni.

mappa itinerario visita isola madeira
Cliccare sull’immagine per accedere alla mappa.

GIORNO 1

CURRAL DAS FREIRAS: è un villaggio immerso nelle verdi montagne dell’isola. In passato completamente isolato, potevate arrivarci solo a piedi o su cavallo, ora accessibile facilmente in auto grazie ad una galleria. Interessante il piccolo museo dedicato alle castagne e alle suore, un binomio bizzarro lo so. Secondo me, Curral das Freiras possiede una delle terrazze panoramiche, non su mare, più belle dell’isola.

cosa visitare a madeira

PICO DO AREEIRO: a circa 20 km da Funchal, non è sempre facile arrivare in cima a causa della nebbia, come nel nostro caso. Sfidando l’invisibilità di alcuni punti siamo arrivati fino al ristorante sulla vetta, oltre il quale potete proseguire solo a piedi, ma purtroppo non si vedeva quasi nulla quindi siamo riscesi dopo soli 10 minuti di pausa (il mio stomaco stava uscendo dagli occhi per le tante curve della strada).

Il belvedere è situato a 1818 metri di altitudine e quando è bel tempo si può fare una camminata fino a Pico Ruivo, un po’ impegnativa e vertiginosa ma ne vale sicuramente la pena.

cosa visitare a madeira

SANTANA: sicuramente la località più famosa dell’isola per le sue casette triangolari dai tetti di paglia. Situata nel nord-est di Madeira dista circa 35 km da Funchal. Le casette nel centro storico sono state trasformate in negozi e ufficio del turismo ma per vedere come realmente erano all’interno basterà pagare 1€ (i prezzi possono cambiare nel tempo) al Parque Temático da Madeira.

cosa visitare a madeira

MACHICO: non è una delle città più pittoresche ma le emozioni non mancheranno se vi fermerete a meditare sul lungomare, la Baía dos Descobrimentos. Proprio qui i portoghesi cominciarono la colonizzazione dell’isola di Madeira.

cosa visitare a madeira

I primi a sbarcare furono Gonçalves Zarco, Tristão Vaz Teixeira e Bartolomeu Perestrelo, nel 1419, dopo aver scoperto l’isola di Porto Santo a causa di una tempesta nel 1418. Lo sapevate che doveva essere solo una spedizione (di una sola caravella) per esplorare meglio la costa ovest dell’Africa? Una spedizione voluta da Enrico il Navigatore.

cosa visitare a madeira
cosa visitare a madeira

Curiosità: la sua spiaggia di 125 metri di lunghezza e 70 di larghezza non è di sabbia locale dell’isola ma fu importata dal Marocco.

possibile itinerario di visita madeira
Cliccare sull’immagine per accedere alla mappa.

GIORNO 2

CÂMARA DE LOBOS: è un pittoresco villaggio di pescatori alle porte di Funchal. Il suo nome deriva dal fatto che quando i portoghesi arrivarono in questa zona trovarono moltissimi lobos-marinhos (leoni marini) oggi migrati sull’isola deserta dell’arcipelago.

cosa visitare a madeira
visitare madeira

Fu esattamente qui che João Gonçalves Zarco, uno dei navigatori che scoprì l’isola, visse tra il 1420 e il 1424 e Winston Churchill dipinse nel 1951. Pare che sia anche il miglior luogo dove bere la Poncha e il Nikita. Noi, come anche il Presidente della Repubblica Portoghese, li abbiamo provati nello stesso locale e vi assicuro che sono entrambi deliziosi.

Prima di lasciare il villaggio non perdete le numerose opere di arte urbana, tutte realizzate riciclando lattine per non parlare poi dell’opera dell’artista portoghese Bordalo II, che come credo sappiate, realizza le opere utilizzando esclusivamente rifiuti.

street art madeira bordalo II
Foto: Gerardo Santos/GI

QUINTA DO BARBUSANO: premetto che noi non l’abbiamo visitata perché era chiusa quel giorno ma ve la consiglio perché è la vigna più grande dell’isola di vitigno bianco Verdelho da Ilha da Madeira. Le visite guidate, con prova inclusa, si organizzano il martedì e la domenica alle: 10 • 11:45 • 14:30 • 16:30.

visita vigne madeira
Foto: Visit Madeira

GROTTE DI SAN VINCENZO: ve le consiglio vivamente, sono grotte senza stalattiti e stalagmiti perché il percorso è un tunnel scavato dalla lava vulcanica. Le grotte di São Vicente si formano da un’eruzione vulcanica di 890 mila anni fa.

L’intero complesso è formato da otto “tunnel vulcanici” di oltre 1000 metri di lunghezza, con un’altezza massima variabile tra 5 e 6 metri. È la grotta più grande conosciuta finora sull’isola di Madeira. Maggiori informazioni.

SEIXAL: vi consiglio sicuramente una sosta anche se breve. Localizzata tra Porto Moniz e São Vicente, avrete qui la possibilità di vedere numerose cascate come la più famosa, il Véu da Noiva (velo della sposa). Scendendo fino alla cittadina arriverete alla spiaggia e alle sue piscine naturali.

Noi abbiamo anche fatto una deviazione al ritorno verso Ribeira da Janela per ammirare il curioso isolotto che sembra il faraglione di Capri.

cosa visitare a madeira
cosa visitare a madeira

Consiglio una sosta pranzo al ristorante Solmar (Seixal), imperdibile il bodião (credo si dica Labridi in italiano) molto tipico sull’isola e arroz de lapas (risotto di patelle) chiedete se lo preparano al momento altrimenti evitate perché il riso arriverà a tavola scotto.

Continuando il nostro percorso arriviamo a PORTO MONIZ, il punto più a nord dell’isola. Qui, se le temperature lo permettono, potrete nuotare nelle piscine naturali formate dalla lava vulcanica.

cosa visitare isola madeira
possibile itinerario visita madeira
Cliccare sull’immagine per accedere alla mappa.

Giorno 3

Una giornata tranquilla anche perché dopo pranzo si ripartire per Lisbona. Una giornata dedicata a Funchal. Sicuramente la più turistica, non per nulla è la capitale dell’arcipelago.

Avendo poco tempo a disposizione abbiamo optato per non prendere la funicolare e nemmeno i famosi cesti che scendono il Monte, sicuramente dedicheremo più tempo a queste esperienze turistiche la prossima volta che visiteremo l’isola.

cosa visitare funchal madeira

Quello che consiglio di non perdere è una passeggiata tra i suoi pittoreschi vicoletti dell’antico centro storico, invasi dai ristoranti, con le sue bellissime porte dipinte a mano.

Il progetto si chiama “arte de portas abertas” e nasce dall’idea di Jose María Montero Zyberchema che conosceva l’identica iniziativa del paese italiano Valloria. La prima porta dipinta a Funchal è quella al n.77 di rua de Santa Maria, opera di Mark Milewski (aprile 2011).

Consiglio anche un salto al colorato e goloso mercato, una visita alle Adegas de S. Francisco – Madeira Wine Lodges per conoscere e provare il famoso Vinho da Madeira. Curiosare nella libreria “Livraria Esperança” (risultante da una primitiva libreria fondata nel 1886 da Jacintho Figueira), visitare la Fábrica de Santo António che da 120 anni produce deliziosi biscotti e dolci come il famoso bolo de mel de cana (dolce di miele di canna da zucchero).

mercato municipale funchal madeira

Concluderei come una passeggiata sul lungomare per la marina ed un salto alla Fortaleza de São Tiago.

funchal madeira cosa visitare
funchal madeira cosa visitare

Lasciata Funchal ci avviciniamo all’aeroporto ma, visto che odiamo attendere dentro gli aeroporti, decidiamo di fare un salto per un caffè a Santa Cruz, dove si trova l’aeroporto dell’isola.

Qui è possibile vedere la fine della pista “da brivido” di Madeira (ricordatevi di vederla anche dalla terrazza dell’aeroporto). Con questa vista si conclude il nostro breve viaggio a Madeira.

aeroporto di madeira

UN po’ di storia

Per chi non lo sapesse l’arcipelago è costituito dalle isole: Porto Santo, Isole Deserte e la Regione Autonoma di Madeira (dal 1976), che ha come capitale Funchal.

mappa isole arcipelago madeira

L’isola di Madeira è di origine vulcanica ed ha un’estensione di 742,4 km². Fu scoperta dai navigatori portoghesi João Gonçalves Zarco, Tristão Vaz Teixeira e Bartolomeu Perestrelo, che la chiamarono “Madeira” (legno in portoghese) proprio per l’abbondanza di questo materiale sull’isola.

Bisogna però aspettare il 1425 per la sua colonizzazione. Nei primi anni furono introdotte alcune culture come la canna da zucchero che portò rapidamente ricchezza a Funchal, trasformandola ben presto in un porto di scalo obbligatorio delle rotte commerciali europee nel XV secolo.
Per il vino invece si deve attendere il XVII e XVIII secolo. Oggi, è sicuramente il turismo la fonte principale di reddito dell’isola.

COSA MANGIARE E BERE

Lo dico sempre che si viaggia anche con il palato e quando visito un luogo nuovo cerco sempre di provare più specialità che posso, anche se ho i miei limiti alimentari. Cosa abbiamo provato questo fine settimana?

MANGIARE

Il BOLO DO CACO: pare che a Porto Santo sia il più famoso. Cos’è? È un pane morbido con il burro all’aglio. Si può mangiare come antipasto nei ristoranti o, aggiungendo all’interno pesce o carne, anche per un pranzo veloce.


LAPAS, pare che le più famose siano quelle di Praia Formosa. Sono frutti di mare deliziosi che noi abbiamo provato nel risotto a Seixal. Li troverete spesso nei ristoranti dell’isola.

cosa mangiare a madeira
Foto: Sapo Viagens
cosa mangiare madeira

L’Espetada Madeirense (spiedino di carne), se non mangiate carne come me, potete optare per il tonno, ATUM, famoso quello di São João, è delizioso in tutte le sue varianti. Io l’ho provato ai ferri, ma il più conosciuto è quello in salsa di frutto della passione. Potete anche optare per i deliziosi POLIPI cucinati in decine di modi diversi.

cosa mangiare a madeira
madeira cosa mangiare

I CHICHARROS, pesciolini che sembrano sarde ma molto più saporiti. Li abbiamo comprati al supermercato e cucinati sul BBQ della nostra casetta a Funchal. Ogni tanto ho bisogno di mangiare a casa.

FRUTTA: anona, le famose banane dell’isola (che compro sempre a Lisbona) e maracujá (frutto della passione), giusto per citarne alcuni ma ne esistono molti di più. Potrete trovarne una vasta scelta al mercato municipale di Funchal.

cosa mangiare a madeira la frutta

ALTRI PIATTI TIPICI NON PROVATI

Ovviamente la gastronomia dell’isola è molto più ricca ed ha molti più piatti, purtroppo, non li abbiamo provati per il poco tempo a nostra disposizione. Cosa consigliano gli isolani? Il peixe-espada in salsa di maracujá (frutto della passione). Sapevate che di questo frutto a Madeira potete trovarne ben 16 tipologie diverse?

Continuando la lista dei piatti da provare, suggerisco: “Cracas” frutti mare che in italiano di chiamano Balani; “Castanheta” da non confondere con le castagne, sono pesciolini tipici dell’isola che solitamente si preparano fritti; “Carne de Vinha D’Alhos” piatto tipico natalizio che si prepara con carne di maiale, vino bianco, aceto, aglio, sale, peperone e foglie di alloro, il tutto lasciato macerare per due giorni e poi cotto su fuoco.

BERE

Non possono mancare le bibite locali nella lista delle cose da provare ed ecco qui una personale lista da salvare se state per andare a Madeira. Io ho provato le due bibite più famose dell’isola:

PONCHA: da provare sicuramente a Câmara de Lobos, pare sia quella tradizionale e più famosa. Potete optare anche per la versione al mandarino, frutta della passione, ecc.

NIQUITA: altra bibita tradizionale dell’isola preparata con gelato, zucchero, ananas in rondelle, e una bibita alcolica come vino, birra bianca, oppure grappa (come l’ho provata io).

madeira bibite tipiche
madeira bibite tipiche

VINI: sicuramente il famoso vino di Madeira, un vino liquoroso prodotto con i vitigni: Sercial, Verdelho, Boal, Malvasia, Terrantez e Tinta Negra. Il processo di fortificazione avviene fermando la fermentazione aggiungendo alcool vinilico al 96% vol. La scelta del momento di interruzione della fermentazione crea le diverse tipologie di vino: o seco, o meio-seco, o meio-doce e o doce.

cosa bere a madeira
tipologie vini madeira

Inoltre, grazie ai consigli del mio amico “madeirense” Rui ho scoperto la Free Madeira wine tasting, cliccate qui per sapere di cosa si tratta.

Per gli amanti della BIRRA, consiglio di provare la Cerveja Coral, la birra locale. Ovviamente ci sono molte altre bibite tipiche, per scoprirle vi invito a cliccare qui.

cosa bere a madeira

Siamo giunti ai saluti, spero che questo fine settimana a Madeira vi sia piaciuto. Torneremo sicuramente sull’isola per visitare le località che non abbiamo potuto inserire in questo viaggio ed includeremo qualche camminata. Alla prossima, anzi, até logo.

PRESTO IL VIDEO NEL MIO CANALE YOUTUBE

Vi aspetto!

Scrivetemi se volete un preventivo di viaggio per Madeira, vi ricordo che collaboro con un’agenzia locale con agenti italiani specializzati sull’isola. Basta inviarmi un’email a info.lillyslifestyle@gmail.com

VI POSSONO INTERESSARE ANCHE

viaggio azzorre
Scopri il Portogallo con Lilly

7 Comments

  1. partyepartenze

    Madeira è stata per me una rivelazione. Sono partita senza grandi aspettative ed ho trovato un’isola, magari non adatta proprio a tutti, ma con un cuore immenso e una natura incredibile. Tutta da camminare!

  2. lillyslifestyle

    Anche a me ha stupito molto. È un’isola che può esser scoperta anche dai non camminatori. 😉 Io ho studiato questo fine settimana proprio per sfatare il mito che Madeira sia solo per sportivi o camminatori. Se ti va ne parliamo.
    Buona domenica :*

Rispondi a lillyslifestyle Annulla risposta